Indietro

Ponte di Lugnano, a breve la chiusura al traffico

I lavori non possono essere posticipati e non sarà realizzata, come chiesto dai commercianti, una infrastruttura sostitutiva

VICOPISANO — Il ponte di Lugnano chiuderà a breve al traffico per dare il via ai lavori di messa in sicurezza, giudicati urgenti.

E' anche venuta meno un'ipotesi caldeggiata dai commercianti, quella della creazione di una struttura alternativa, sulla quale la prefettura ha detto no per la mancanza di risorse ( circa 1,3 milioni di euro ) e i tempi di realizzazione ( sei mesi ).

Una scelta contro la quale si è scagliata la Confcommercio:"“Una decisione inattesa e incomprensibile, che ci lascia sgomenti e che metterà in ginocchio l'economia di questo territorio” – denuncia risoluto il direttore Pieragnoli, a capo di una delegazione all'incontro in Prefettura, svoltosi martedì 26 marzo, che comprendeva il presidente dei commercianti di Lugnano Luigi Cecchi, il referente Luca Favilli, la rappresentante del direttivo Rachele Moretti: “il prefetto si è opposto al ponte alternativo, scartandolo a priori, per questo dovrà assumere la responsabilità di una decisione che inevitabilmente avrà ricadute molto negative sul lavoro di tanti imprenditori e lavoratori. Da parte nostra, come associazione, ci rivolgeremo prontamente ai nostri legali e chiameremo in causa prefetto e provincia su tutti i danni che ci saranno a partire dalla sua chiusura definitiva”.

“E comunque sia” – insiste Pieragnoli - “sicurezza per sicurezza, richiamiamo ad una ulteriore responsabilità il prefetto Castaldo e la provincia di Pisa, qualora il ponte della Botte, che versa in condizioni analoghe, dovesse peggiorare la propria tenuta, perché ulteriormente gravato del traffico dirottato da Lugnano, saranno loro gli unici responsabili”.

Il via ai lavori, che dureranno 14 settimane, potrebbe essere anticipato dalla Provincia "Per garantire sicurezza a salvaguardia della pubblica incolumità".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it