Indietro

Il Daspo urbano non convince

La commissione comunale avrà più tempo per discutere sul provvedimento, proposto come modifica al regolamento di polizia municipale.

PISA — Il Daspo urbano, ovvero la possibilità di allontanare da determinate zone persone "indesiderate", non convince le forze politiche. I dubbbi delle varie forze politiche sono emersi chiaramente ieri, in commissione, dove la modifica al regolamento di polizia municipale è stata presentata dal sindaco Marco Filippeschi e dal comandante dei vigili Michele Stefanelli.

Mentre le forze di sinistra (Si, Ucic-Prc, Possibile) hanno ribadito la loro contrarietà all'introduzione del Daspo urbano, M5s e destre (Pisa nel cuore, Pisa è, FI-PdI, NaP-An-FdI) hanno chiesto aree più ampie di applicazione, che comprendano anche buona parte del centro storico interessato dalla movida, in particolare le piazze Garibaldi, delle Vettovaglie e dei Cavalieri. Forti dubbi, infine, sono stati espressi anche da Mdp, i cui voti sono indispensabili per far passare il provvedimento.

Il risultato è che la commissione avrà ancora tempo per discernere la questione, affrontando i vari aspetti anche con l'assessora al sociale Sandra Capuzzi e con il questore Alberto Francini. Quindi il Daspo urbano potrà arrivare in consiglio comunale non più il 9 ma il 23 novembre.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it