Indietro

"Una commissione d'indagine per le Stallette"

Gli interventi rientrano nei piani del progetto Piuss. Nerini: "Altri 500mila euro per completare i lavori, ma la ditta appaltatrice è fallita"

PISA — "Noi adesso Pisa non si tira indietro nel tentare di ricercare le responsabilità sulla questione delle Stallette". Lo assicura il consigliere comunale Maurizio Nerini, che ha appoggiato la decisione di chiedere l'istituzione di una commissione di indagine per seguire la vicenda.

"Siamo convinti -sottolinea Nerini- che i cittadini debbano sapere come e perché si spenderanno altri 500mila euro per il completamento del cantiere delle Stallette legate ai Piani integrati urbani di sviluppo sostenibile (Piuss). Se è vero che la ditta appaltatrice è fallita e ha preso soldi per stati di avanzamento non eseguiti, è anche vero che dal Comune chi doveva controllare non ha controllato che i lavori fossero stati effettivamente fatti".

Gli interventi sulle ex Stallette nella cittadella galileiana sono iniziati nel febbraio 2012. La loro conclusione era prevista per il settembre 2014 e il progetto prevede il recupero e il restauro degli edifici per realizzare degli incubatori e degli acceleratori di impresa da impiegare nel settore delle tecnologie ambientali e delle strutture di servizio associate.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it