Indietro

Ponte bis a Lugnano, scontro Ziello-Mazzeo

Il deputato della Lega dice che i soldi per realizzare un secondo ponte, durante la ristrutturazione del primo, ci sono. Il consigliere dem smentisce

VICOPISANO — Si avvicina il momento in cui il ponte sull'Arno fra Lugnano e Cascina verrà chiuso per essere ristrutturato da parte della Provincia di Pisa e, già da mesi, i commercianti della sponda vicarese hanno lanciato l'allarme. Per loro quattordici settimane di chiusura sono troppe e c'è chi ha ipotizzato la costruzione di un ponte temporaneo per ovviare, durante i lavori, al mancato collegamento fra le due sponde dell'Arno.

La costruzione di un ponte temporaneo appare una soluzione piuttosto onerosa, e dunque improbabile, ma sulla possibile riuscita dell'operazione si gioca una partita che è anche politica, visto le imminenti elezioni amministrative a Vicopisano.

Così l'onorevole Edoardo Ziello, vicarese della Lega, ha oggi attaccato quelli del Pd perché "non hanno mai pensato di fare manutenzione" e perché, a detta sua, i soldi per la costruzione di un secondo ponte ci sono. "Dobbiamo usare i tre milioni e seicentomila euro - ha scritto -, arrivati da Roma, grazie a Matteo a Salvini, per garantire il turno notturno dei lavori sul ponte o per la creazione di un ponte alternativo. Il presidente della Provincia di Pisa (del PD), si sbrighi ad usare quei soldi perché il tempo stringe".

Pronta la replica del consigliere regionale dem, Antonio Mazzeo, che parla di "fantasiosa ricostruzione".

"Proviamo a fare chiarezza - scrive il consigliere del Pd - perché cittadini e imprese non meritano di essere presi in giro.  I lavori di manutenzione (che sono necessari per la sicurezza delle persone) possono essere fatti grazie ai 250mila euro messi dalla Regione e dal milione messo dalla Provincia. Comune, Provincia e Regione hanno preso un impegno per trovare le risorse in grado sia di ridurre il tempo necessario a completare tutto l’intervento sia a minimizzare il periodo di chiusura totale del ponte ma intanto, dall’incontro avuto con una delegazione del comitato di cittadini insieme a Confcommercio Pisa, è arrivata la richiesta di realizzare un ponte parallelo in ferro che garantisca il transito anche durante le operazioni di manutenzione. Per realizzare questo ponte l’unica strada è che il governo, attraverso il Cipe, stanzi immediatamente i 2 milioni di euro che servono per costruirlo. Questa è la richiesta che, attraverso i nostri deputati del territorio, avanzeremo al governo. Se anche i deputati di maggioranza vogliono aiutare il loro territorio concretamente e non solo a parole hanno un modo semplicissimo per poterlo fare".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it