Indietro

Azioni delle popolari sul tavolo del governo

Il sottosegretario all'Economia, Alessio Villarosa

La questione che coinvolge anche la Banca di Lajatico all'attenzione del sottosegretario all'economia, Alessio Villarosa, del Movimento 5 stelle

ROMA — Le esigenze di migliaia di risparmiatori che hanno depositato i loro risparmi in 24 banche popolari e casse di risparmio, acquistando azioni che fino a giugno 2017 erano di fatto immediatamente esigibili e, quindi, convertibili in denaro contante, sono in discussione a Roma al Ministero dell'Economia.

Tra gli istituti bancari c'è anche la Banca Popolare di Lajatico, che come raccomandato dalla Consob ha aderito al mercato Hi-Mtf per lo scambio delle azioni di propria emissione.

Il sottosegretario Alessio Villarosa, deputato siciliano di Barcellona Pozzo di Gotto,  aveva già ricevuto una delegazione del comitato dei risparmiatori della Banca Agricola Popolare di Ragusa il 21 gennaio scorso.

Domani, venerdi 15, ci sarà un nuovo incontro ed in una nota dei parlamentari cinque stelle della Sicilia che seguono in particolare la vicenda che riguarda la Banca Agricola Popolare di Ragusa, si legge:

“Prosegue l’attenzione da parte del governo sulle vicende delle Banche Popolari in riferimento alle ultime disposizioni normative italiane ed europee che hanno mutato in questi anni la regolamentazione della compravendita di azioni delle banche popolari ed il riacquisto delle stesse. Le banche coinvolte rassicurano circa la loro volontà di dare ascolto alle esigenze dei soci e dei risparmiatori nel rispetto delle regole vigenti e di valutare le situazioni di particolare disagio per le quali è stata prevista l’attivazione di un fondo di solidarietà, già autorizzato dalla Banca d’Italia"

Si sta quindi lavorando, come anticipato dalla direzione della BpLaj,  su soluzioni tecniche che tutelino i circa settemila soci della Bplaj, che nei giorni scorsi hanno ricevuto un depliant esplicativo sul senso della scelta di adesione al mercato Hi-Mtf. In queste settimane sono inoltre in corso incontri tra la direzione della banca e gli azionisti.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it