Indietro

Spaccia su bici di lusso, arrestato

In casa del pusher la polizia ha trovato tablet, pc e smartphone rubati avvolti nella stagnola per impedire la geolocalizzazione dell'apparecchio

PISA — Spacciava a bordo di una bicicletta da 5mila euro.Ieri pomeriggio, la polizia ha arrestato S.O, di anni 28, per il reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione.

Durante un’attività di controllo del territorio, gli uomini della volante avevano notato l'uomo su una Specialized da competizione aggirarsi con fare sospetto tra il parcheggio di via Paparelli e il marciapiede collocato sul lato opposto, che per tutta la sua lunghezza è costeggiato da una barriera frangi-suono in vetro e cemento. Il giovane, che usciva ed entrava da questo corridoio, ha attirato l’attenzione degli agenti appostati che, atteso l’attimo giusto, sono entrati in azione. Il ragazzo, alla vista degli agenti, ha tentato inutilmente la fuga ed è stato prontamente bloccato. All’atto del fermo, nella mano destra, stringeva un involucro di carta contenente dell’eroina.

Immediatamente è scattata la perquisizione che ha consentito di rinvenire, nelle tasche del giovane, altri involucri, contenti eroina per circa 60 dosi.

Il giovane è stato trovato anche in possesso di un Ipad che, nonostante il giovane continuasse a rivendicarne la legittima proprietà, era impostato in realtà in lingua polacca: una altro particolare che ha insospettito gli agenti e li ha convinti a perquisire la sua abitazione, quella che si sarebbe rivelata un vero e proprio bazar degli oggetti rubati. Smartphone, tablet, pc tutti avvolti in numerosi strati di carta stagnola, schermatura utilizzata per evitare che l’oggetto rubato possa trasmettere segnali utili per la geolocalizzazione.

Gli inquirenti non escludono che gli oggetti, compresa la bicicletta, siano stati usati come moneta di scambio per ottenere la droga dal pusher 28enne, e sono stati tutti sottoposti a sequestro.

Il giovane è stato tratto in arresto per il reato di detenzione con finalità di spaccio di sostanze stupefacenti e denunciato per ricettazione e condannato a due anni di reclusione, pena sospesa.

La polizia è all’opera per procedere alla restituzione degli oggetti rinvenuti ai legittimi proprietari.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it