Indietro

Il sindaco invita a rispettare le ordinanze

Il sindaco Sergio Di Maio

Per chi ha bisogno attivata la spesa a domicilio. Il sindaco Di Maio sulle regole per l'emergenza Covid-19: "Rispettiamole tutti e ne usciremo presto"

SAN GIULIANO TERME — "Sul contrasto alla diffusione del Coronavirus, il Comune di San Giuliano Terme si è mosso alle prime disposizioni del governo, cioè a partire dal 4 marzo". Così il sindaco Sergio Di Maio sulla gestione dell'emergenza coronavirus a livello locale, che ha riepilogato le ordinanze emanate fino ad oggi.

La prima ordinanza del sindaco è stata emessa il 4 marzo (in seguito al dpcm del 1° marzo) ed è stata disposta la chiusura degli uffici comunali al pubblico per le giornate del 5 e del 6 marzo per permettere di intesa con la Conferenza dei dirigenti la riorganizzazione dei servizi e delle risorse.

Successivamente, con l'ordinanza del sindaco datata 6 marzo, arrivata in seguito alla numero 6 del presidente della Regione Toscana e del dpcm del 4 marzo, si ordinava che l'accesso al pubblico fosse possibile solo previa fissazione di appuntamento telefonico o tramite internet.
Venivano ovviamente garantiti i servizi essenziali resi dalla Polizia Municipale, stato civile e cimiteriali, non trattandosi di servizi programmabili.

A seguito dell'emanazione dei nuovi dpcm dell'8 e 9 marzo, veniva poi disposta d'urgenza la sospensione del mercato settimanale dal 10 marzo al 3 aprile. L'11 marzo veniva poi emanato l'ultimo dpcm, che inibisce la circolazione di persone salvo per esigenze lavorative e di impellente necessità, oltre alla chiusura di un'ampia gamma di esercizi commerciali.

Il 12 marzo è poi arrivata una nuova ordinanza del sindaco, con cui veniva disposta la totale chiusura al pubblico degli uffici comunali, della biblioteca e di tutti gli uffici afferenti l’attività comunale fino al 3 aprile, mantenendo l'esclusione dei soli servizi essenziali come Polizia Municipale, servizio di stato civile e cimiteriali. Altra disposizione importante per i cittadini riguarda l'ufficio protocollo, la cui attività dovrà essere effettuata esclusivamente per via telematica ai seguenti indirizzi: comune.sangiulianoterme@postacert.toscana.it (posta certificata), comune.sangiulianoterme@postacert.toscana.it (email ordinaria), 050.819220 (fax), rammentando che le comunicazioni verso la casella pec del Comune dovranno provenire solo ed esclusivamente da altra casella pec. L'ufficio del protocollo è stato trasferito all'ex sede della pro loco, sempre al primo piano del palazzo al civico 36, ma con entrata laterale.

Quanto ai servizi cimiteriali, veniva disposto il trasferimento al piano terra di via Niccolini 17 (Palazzo B). L'ufficio è chiuso al pubblico e rimarrà aperto solo ed esclusivamente per il ricevimento delle salme dal lunedì al venerdì (8.30 - 12.30). Le sepolture dovranno essere effettuate solo di mattina, con esclusione del mercoledì, dalle 9 alle 12.30. 

Con direttiva del segretario generale del 10 marzo, integrata il 13, è stato infine avviato l'iter per l'attivazione del lavoro agile, lo smart working. Ed è in fase di definizione la graduatoria di chi avrà accesso: ovviamente l'attivazione sarà graduale per sperimentare il tutto. Ogni dipendente è stato dotato di gel disinfettante, sono state potenziate le pulizie degli uffici. I servizi essenziali sono stati organizzati per garantire la distanza di un metro dall'utenza. Affidati anche i lavori per installazione di vetri di separazione e protezione per gli uffici con maggiore contatto con il pubblico.

"Ricordo - ha detto il sindaco Di Maio - che solo rispettando tutti e correttamente le regole stabilite dal governo e dalle massime autorità sanitarie riusciremo a superare questa difficile situazione. Il Comune ha fatto fin da subito la propria parte, ma occorre che tutti i cittadini prendano coscienza dell'importanza di ogni singola azione quotidiana: vale per sé ma soprattutto per le persone più fragili e per il benessere della collettività. L'amministrazione c'è".

Nel frattempo è stato messo in piedi un servizio di consegna della spesa a domicilio. I negozi aderenti e i numeri per contattarli sono disponibili sul sito internet dell'amministrazione comunale.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it