Indietro

Il Comune torna a scuola

Il sindaco Sergio Di Maio

Al via il progetto di educazione alla cittadinanza. Di Maio:"La diffusione della cultura dei valori civili tra gli studenti è il miglior investimento"

SAN GIULIANO TERME — Si chiama Il Comune torna a scuola il progetto approvato dalla giunta di San Giuliano Terme, che sarà sottoposto nelle prossime settimane alle dirigenti scolastiche degli istituti comprensivi del comune termale per i relativi passaggi nei rispettivi consigli d’istituto prevede la partecipazione della giunta e del presidente del Consiglio comunale che racconteranno la propria esperienza amministrativa alle classi terze delle scuole secondarie del territorio sangiulianese.

“Il Comune torna a scuola - dichiara l’assessora Bianchi Bandinelli - riprende e riattualizza il progetto che il Comune di San Giuliano Terme inaugurò nel 1998, La Zattera, basato sull’educazione e la promozione di cittadinanza e legalità. Va così a concretizzarsi l’impegno che il Comune termale ha assunto con l’adesione alla raccolta firme promossa da Anci per l’introduzione dell’ora di educazione alla cittadinanza a scuola”.

“La finalità del progetto- aggiunge il sindaco Di Maio - sono quelle di creare un interscambio tra le istituzioni locali e le scuole al fine di collaborare al radicamento e alla creazione di cittadini consapevoli dei propri diritti e dei propri doveri. Il Comune torna a scuola si basa sull’idea fondamentale che sin dalla prima esperienza scolastica gli alunni conoscano da vicino le proprie istituzioni e i meccanismi del loro funzionamento. Il progetto vuole inoltre contribuire a confrontarsi su una moderna concezione dell’esercizio del diritto di cittadinanza, attenta a tutte le nuove problematiche che vanno emergendo nella società dell’informazione e del mondo globalizzato. Tra queste vi è la problematica ambientale, il diritto di partecipazione attiva del cittadino e l’amministrazione condivisa, Internet, il nuovo rapporto tra diritti e doveri dei cittadini”.

“Il progetto - spiega l’assessora Bianchi Bandinelli - si svolgerà attraverso una serie di incontri, concordati con la scuola e con il supporto del progetto La Zattera, in cui lo stesso sindaco, la giunta e il presidente del Consiglio comunale parteciperanno a un ciclo di incontri della durata di un’ora che si terranno nelle scuole che aderiranno durante l’orario di lezione dedicato alla educazione civica. In questo contesto, gli amministratori esporranno le proprie attività ed esperienze e risponderanno alle domande e alle osservazioni dei ragazzi, seguendo un metodo di discussione interattivo in cui si tenterà di eliminare false informazioni o credenze. Come fase conclusionale del progetto, gli studenti verranno invitati a presenziare a riunioni in sala consiliare e invitati a svolgere una simulazione di discussione in prima persona su una tematica considerata di particolare interesse e che verrà scelta nel corso degli incontri con gli amministratori”.

“Educare alla cittadinanza e alla legalità significa elaborare e diffondere un’autentica cultura dei valori civili – conclude Sergio Di Maio–. Aderiamo con piacere ma anche con responsabilità alla raccolta firme proposta da Anci per l’introduzione a scuola dell’ora di educazione alla cittadinanza. Perché ogni cittadino, fin da quando studia, ha dei diritti e dei doveri che deve conoscere. Il futuro passa dai nostri ragazzi, che devono avere gli strumenti per capirlo, interpretarlo e scriverlo”.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it