Indietro

"Impianto quasi ultimato", Geofor smentisce Rollo

Il sindaco facente funzioni di Cascina aveva attaccato Pd, Regione e Geofor, riguardo alla realizzazione dell'impianto di compostaggio a Gello

PONTEDERA — Geofor Spa smentisce categoricamente che i lavori per la costruzione dell’impianto di trattamento dell’organico nel sito di Gello, a Pontedera, siano “fermi da mesi” e fa sapere che "il cantiere ha superato il 90% della propria realizzazione, avendo proseguito la sua attività a pieno regime fino al 6 Giugno 2019, data dalla quale i lavori sono proseguiti, seppur in modo rallentato".

La polemica è nata stamani quando Dario Rollo, sindaco facente funzioni del Comune di Cascina, ha sollevato dubbi sullo stato di avanzamento dei lavori, riferendo del fallimento della Biotec Sistemi Srl (Biotec fallita, Rollo attacca Pd, Regione e Geofor).

"Il fallimento della società Biotec - hanno specificato da Geofor -, mandataria del raggruppamento temporaneo d’imprese, non ha esentato le società Milici e Icef Costruzioni dal proseguire le attività, mentre è in corso una interlocuzione proattiva con il curatore fallimentare di Biotec (prontamente nominato dal Tribunale di Genova) affinché sia possibile nel corso di poche settimane, completare l’opera e metterla a disposizione di Geofor. Ovviamente l’imprevista ed imprevedibile circostanza del fallimento della società mandataria, ha generato la necessità di provvedere immediatamente all’attivazione di tutte le misure necessarie alla riapertura a pieno regime del cantiere per il completamento dell’opera".

"Il management aziendale di Geofor - prosegue la nota dell'azienda - ha provveduto istantaneamente a creare contatto con la curatela fallimentare e dunque ad individuare le modalità che, nel pieno rispetto delle leggi e delle norme, e senza aggravio di costi, possano determinare la consegna dello stabilimento nel più breve tempo possibile.

Si rammenta, del resto, che l’autorizzazione rilasciata dalla Regione Toscana, prevede la conclusione dei lavori dell’impianto nel Marzo del 2020, motivo per cui alcuna comunicazione è dovuta alla Regione Toscana, nel rispetto dell’Autorizzazione in corso. Geofor Spa rileva ad oggi, inoltre, che non vi sia dunque necessità di chiedere alcuna proroga (seppur eventualmente prevista dall’Autorizzazione), considerati i tempi accelerati entro i quali l’opera sarà conclusa.

Si precisa altresì che il contratto con il raggruppamento temporaneo d’imprese non è stato rescisso e che le attività proseguiranno nelle forme stabilite d’intesa con il curatore fallimentare della Biotec.

Ovviamente il budget previsionale per il 2019 prevedeva la messa in esercizio dell’impianto entro la fine dell’anno e ciò determina l’esigenza di fronteggiare l’imprevista situazione creatasi con misure atte ad evitare che il ritardato funzionamento dell’impianto possa avere riverberi negativi sui conti aziendali.

Per quanto alla polemica riferita alla validità dei percorsi strategici e industriali di gestione del ciclo dei rifiuti, organizzata dalla Regione Toscana su perimetri di Ambito Territoriale Ottimale, questa società non intende esprimersi, ritenendo che le leggi si debbano rispettare fintanto che sono vigenti".

"Non sfugge alla scrivente - concludono da Geofor riferendosi a Rollo - l’importanza strategica dell’impianto di compostaggio di Pontedera, l’unico in costruzione in Toscana e che è parte importante del piano straordinario di ambito. La sua messa in esercizio entro i termini previsti costituisce elemento distintivo delle capacità di Geofor, che – in ogni caso – dalla posa dalla prima pietra avvenuta il 2 Maggio 2017, avrà concluso i lavori entro i termini stabiliti dalle autorizzazioni. Un caso non così frequente nel panorama degli appalti pubblici italiani".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it