Indietro

"Ceccardi sposta i Rom nei comuni limitrofi"

La sindaca di Ponsacco Francesca Brogi

A dirlo la sindaca di Ponsacco Francesca Brogi, che attacca duramente la collega di Cascina dopo lo sgombero del campo di Navacchio

PONSACCO — "Dovete sapere ciò che sta accadendo. Dovete sapere che a causa della gestione scellerata di chi ama farsi foto ruspanti, a venire penalizzati potrebbero essere proprio i territori vicini", scrive la prima cittadina di Ponsacco in una lettera aperta.

" E’ già successo nel caso della chiusura della Tinaia (centro di accoglienza di migranti a Cascina), rischia di ripetersi oggi con lo sgombero del campo rom di Navacchio. La sindaca Ceccardi che brinda alla vittoria e i Comuni limitrofi a subirne le conseguenze. Proprio ieri infatti sono stata avvertita dalla stazione dei Carabinieri di Ponsacco sul possibile trasferimento di alcune famiglie di quel campo (di cui ancora non conosciamo il numero) nel nostro Comune. Il rischio è che si crei una ghettizzazione sul nostro territorio, fonte di possibile disordine e tensioni sociali. Ce lo dicono le stesse Forze dell’Ordine, gravemente preoccupate per questa situazione per noi inaccettabile". 

"Noi aggiunge Brogi - siamo contro i ghetti. Lo dico con forza: noi siamo contro i ghetti e combatteremo chiunque li crei con politiche pericolose che mirano soltanto a fare lo scarica barile da un comune a un altro.

Mi domando infatti quale sia la logica che porta a sgomberare un campo rom senza preoccuparsi minimamente della ricollocazione delle famiglie che lo abitano. Una buona uscita di 500 euro a persona che costerà ai cittadini diversi soldi pubblici, investiti in una soluzione irresponsabile e non risolutiva. Vorrebbero raccontare la storiella che il campo non c’è più perché sono arrivate finalmente le ruspe leghiste, salvo poi scoprire che queste persone da qualche parte dovranno pur andare.

Vorrei sapere cosa ne pensa il Prefetto. Sarebbe questa l’attuazione del famoso decreto sicurezza? Come Sindaco mi rivolgo direttamente alla Prefettura e a tutti gli organi competenti affinché blocchino immediatamente questa operazione. E’ inaccettabile una gestione del problema che prescinde da qualsiasi coordinamento istituzionale e che scavalca completamente i Comuni e le Forze dell'Ordine. Cara sindaca Ceccardi, mi chiedo a che cosa stia brindando e la richiamo al suo ruolo istituzionale. La ruspa la utilizzi per costruire le scuole, non per scaricare problemi sui comuni vicini. A casa mia i problemi si risolvono non si spostano".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it