Indietro

Via Pungilupo, "Anni che denunciamo il degrado"

Le famiglie, poi rientrate negli appartamenti dopo il crollo dei calcinacci, tornano a denunciare anni di abbandono e degrado

PISA — "Sono anni che denunciamo il degrado del quartiere, l'abbandono delle aree verdi , il mancato rifacimento di alcuni marciapiedi, la illuminazione insufficiente e soprattutto la mancata manutenzione dei palazzi. La maniera incivile con cui si affrontano i problemi dei veri invalidi, delle fasce piu' deboli della popolazione è sotto gli occhi di tutti\e. Parliamo di problemi veramente gravi. Alcuni di noi hanno acquistato gli appartamenti con anni di sacrifici, con i risarcimenti per infortuni, malattie, con piccole eredità, altri non hanno un soldo e sono rimasti in appartamenti con innumerevoli problemi strutturali. Ogni volta che si parla di edilizia popolare poi si fa riferimento alla morosità che spesso è del tutto incolpevole o riguarda pochi casi. Non vorremmo che proprio la morosità di pochi sia il pretesto per non intervenire a tutela della stragrande maggioranza di chi paga gli affitti o di chi, con enormi sacrifici, ha acquistato un appartamento.."

E' un brano di una lettera aperta di alcune famiglie che abitano a Pisanova, dove, due giorni fa, si è verificato il crollo di alcuni calcinacci ( vedi articoli correlati ) che, temporaneamente, le ha costrette fuori casa per poi rientrare dopo che la zona è stata messa in sicurezza.

"Il condominio di Via Pungilupo ha una proprietà mista, tra alloggi Apes e altri di proprietà, la messa in sicurezza del solaio è stata rinviata per troppo tempo, nella nostra stessa situazione ci sono tanti altri palazzi perchè la manutenzione è stata a dir poco carente.

Quando parliamo di manutenzione ordinaria e straordinaria iniziano i problemi e non da ora. Chiediamo allora al Comune di Pisa di utilizzare anche i fondi messi a disposizione del Governo, di adottare un piano di controlli seri e a tappeto prima che possano verificarsi episodi ancora piu' gravi, prima che ci scappi il morto."

E, citando alcuni casi simili avvenuti nelle case popolari pisane recentemente, anche Asia Usb sottolinea come "I problemi di tutte le case popolari di Pisa ricadono sicuramente sulle spalle delle precedenti amministrazioni di centro “sinistra”, ma non hanno trovato alcuna risposta neppure nelle politiche abitative portate avanti dalla attuale giunta leghista, a tre anni di distanza dal suo insediamento".

"Da 30 anni si procede con interventi tampone che evidentemente non risolvono i problemi, anzi aggravano una debolezza strutturale che mette a rischio la stabilità stessa dei palazzi".

"Ci piace ricordare che una mappatura degli immobili di E.R.P. che hanno necessità di urgenti interventi di manutenzione straordinaria esiste già in quanto gli Enti Gestori ogni anno devono trasferire il dato alla Regione ove si riporta anche il grado di vetustà degli immobili. Basterebbe poi leggere con attenzione i numerosi reclami che vengono recapitati al Comune e all'Apes dagli assegnatari ove lamentano problemi di infiltrazioni di acqua e altre serie vicende", dice il Sunia.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it