Indietro

Amministrative, Leu chiede un dibattito pubblico

In vista delle prossime elezioni comunali, Liberi e Uguali chiede un confronto pubblico con le forze politiche democratiche della città

PISA — "E' immaginabile - si chiedono e domandano da Leu - una città come Pisa amministrata dalla destra a trazione leghista? Quest'ultima è molto lontana dalla maggioranza dei voti, e al massimo riconferma il suo tradizionale bacino, di poco superiore al 30%, ma al ballottaggio anche senza maggioranza potrebbe spuntarla e consegnare Pisa alla destra". 

Una preoccupazione, quella di Liberi e Uguali, scaturita dopo i deludenti risultati di tutti i partiti di sinistra e centrosinistra alle ultime elezioni politiche. Da qui l'urgenza di correre quanto prima ai ripari, perché le elezioni cittadine sono sempre più vicine. Tutto sta, però, capire quale sia la strategia migliore da mettere in campo.

"In vista del voto per le amministrative della prossima primavera - questa la proposta avanzata da Leu -, il coordinamento comunale di Liberi Uguali dopo l’assemblea di venerdì 9 sera presso l’auditorium della Sesta porta si fa interprete di questa forte preoccupazione e intende intraprendere tutte le possibili iniziative. Chiederemo a tutte le forze politiche democratiche un’occasione di incontro e di confronto, trasparente e serio, in forma pubblica, pur nella diversità delle posizioni, sempre però alla ricerca di tutte le possibili convergenze e con il proposito di promuovere un’autentica alternativa democratica per il governo della nostra città. Il tempo è poco, ci muoveremo sin da subito e ci attendiamo di suscitare un dibattito vero nella società civile, di lavoro e di cultura, che a Pisa è attiva e consapevole".

Per Leu, una vittoria del centrodestra alle amministrative provocherebbe "la possibile affermazione nella nostra città di politiche di esclusione, demagogia, razzismo e il trionfo, attraverso questa demagogia, di una politica conservatrice, del privilegio a favore dei soliti pochi. E' compatibile questa destra con una città nella quale prevalgono i sentimenti democratici, che ha bisogno di forti politiche sociali, di inclusione, di sicurezza sociale e nella vita collettiva? Nella quale sono forti i sentimenti di difesa e attuazione della Costituzione?".


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it