Indietro

Spaccio, nuovo blitz in zona Sant'Antonio

La polizia ha sequestrato hashish e banconote. Un arresto e una denuncia dopo una compravendita di stupefacente

PISA — Proseguono le attività della Polizia di Stato finalizzate alla prevenzione e al contrasto delle attività criminali nel quartiere Sant’Antonio dove, sottolinea la questura "Da qualche tempo, si è spostata l’area di spaccio del centro della città".

Gli uomini della sezione Narcotici della Squadra Mobile, dopo numerose attività di appostamento e osservazione della zona che, nel corso degli ultimi giorni, hanno già portato all’arresto di quattro persone e alla denuncia di altri tre per reati commessi in materia di spaccio, nella giornata di ieri hanno proceduto a nuovi controlli.

Nell’ambito dell’operazione, intorno alle 15 di ieri gli investigatori hanno notato alcuni movimenti sospetti: provenendo da piazza Sant'Antonio, un uomo si è avvicinato ad un gruppetto di persone che nei giardinetti adiacenti alle mura di via Nino Bixio, iniziando a parlare con un altro soggetto vestito con una felpa e un cappellino rosso. Per i poliziotti, il dialogo aveva tutta l’aria di essere una vera e propria trattativa.

Dopo qualche minuto, terminata la fase della negoziazione, il ragazzo con il cappellino di tesa rossa ha raccolto dal suolo sotto i suoi piedi, alla base del muretto dove era seduto, qualcosa che poi ha messo nella mano dell’acquirente.

L’acquirente successivamente, ha lanciato per terra una banconota e si è allontanato dalla zona dell’acquisto sempre sotto l’occhio vigile degli investigatori.

Quando si riteneva che la cessione si fosse conclusa, in realtà, i poliziotti si sono trovati davanti a un piccolo colpo di scena. L’acquirente si è fermato a parlare con un ragazzo italiano, per qualche secondo, per poi cedere a quest’ultimo quanto gli era stato consegnato qualche minuto prima dal ragazzo con la felpa e il cappello rosso.

A quel punto gli uomini della Squadra Mobile e della Squadra Volante sono entrati in azione.

Nell’immediatezza, è stato fermato e controllato l’ultimo acquirente, trovato in possesso di 5 dosi di hashish. Il primo pusher è stato subito bloccato ed arrestato, mentre l’intermediario è riuscito a sfuggire ai poliziotti, dandosi alla fuga in direzione di via Mascagni.

Solo dopo circa un’ora dalla cessione, gli agenti sono riusciti a rintracciarlo mentre stava per fare ingresso all’interno della Stazione. A quel punto i poliziotti hanno potuto soltanto fermarlo e denunciare l’intermediario, un senegalese venticinquenne con precedenti per stupefacenti, poiché era già trascorsa la flagranza del reato.

Mentre il primo venditore, un cittadino nigeriano appena ventenne regolare sul territorio nazionale già indagato per reati violenti contro la persona, è stato tratto in arresto dalla Polizia per il reato di detenzione con finalità di spaccio di sostanza stupefacente. Gli è stata sequestrata anche la somma di 160 euro in contanti, ritenuta provento dell’attività di spaccio.

Questa mattina il giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto per l’imputato la misura cautelare dell’obbligo di firma.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it