Indietro

Ghezzani:"Più investimenti sul sociale"

Simonetta Ghezzani

Consigliera comunale uscente, Ghezzani si candida alla carica di sindaco per Sinistra Italiana, all'opposizione del Pd e contro le destre

PISA — 55 anni, due figli, un lavoro da responsabile Urp alla azienda Usl. Una vita politica vissuta sempre nell'alveo della sinistra. Simonetta Ghezzani ha scelto di candidarsi a sindaco, con il supporto del suo partito, Sinistra Italiana, che correrà da solo nella competizione per Palazzo Gambacorti.

Una scelta coraggiosa quella di andare da soli. Il dialogo con il Pd lo avete provato, quello con la sinistra di Auletta?

"Nel primo caso posso dirle che sono stata in maggioranza due anni con l'allora Sel, assieme al Pd. Poi sono emerse le contraddizioni, sia su base locale che su base nazionale che ho ritrovato anche oggi. Nel secondo caso avevamo chiesto di fare una lista comune a sinistra, con l'esperienza di un civismo unitario. La nostra proposta però non è passata, da qui la scelta di andare da soli."

Simonetta Ghezzani quanto porta del suo vissuto in questa campagna elettorale?

"Sono figlia di operai e ho radici comuniste e proletarie. Ho avuto esperienze nella Federazione giovanile comunista, nel Pdup, all'Arci ragazzi, dove ho svolto ruoli di primo piano. Prima di fare la consigliera comunale fui eletta anche negli organismi universitari"

Cosa le è piaciuto di meno dell'amministrazione uscente?

"C'è una debolezza politica del Pd, dovuta agli scontri interni, che lo indebolisce anche al di fuori. E' mancato il contatto con la gente. In più, in un momento di crisi, la scelta della giunta uscente di continuare a lavorare sulle grandi opere, ha fatto mancare risorse sui quartieri, sulla lotta al degrado, sulla vicinanza alle piccole cose e soprattutto sui temi del sociale"

Che per voi invece sono fondamentali.

"Certo, la povertà è aumentata tanto e non c'è stato un corrispettivo aumento delle risorse investite. Ma ci sono tante questioni: sulla gestione dei servizi, sulle tariffe troppo alte ad esempio. Guardi, in un momento nel quale è avanzata la destra, non ci si è resi conto che occorreva fare politiche per togliere la benzina a questo senso comune di abbandono. A Pisa c'è una quantità enorme di persone anziane e sole e una massa di ragazzi e studenti. Ci sono grandissimi squilibri sociali, bisogna mettere a fuoco questi temi con, in primo piano, il diritto all'abitare e risorse certe per il recupero degli alloggi popolari, senza dimenticare che ce ne sono moltissimi di sfitti."

Da dove partirebbe Simonetta Ghezzani sindaca di Pisa?

"Da una revisione degli stanziamenti sul sociale, da una rivisitazione della mobilità perchè per me fonte di degrado è anche l'assalto delle auto dei pendolari, dalla realizzazione di squadre di pronto intervento con giardinieri e operatori ecologici che possano intervenire nei quartieri per risolvere le piccole criticità"

La situazione delle spaccio come la affronterebbe?

"L'opinione pubblica non ha più l'attenzione su un tema del genere e mancano oggi i presidi sul territorio. C'è stato un impoverimento dei servizi. Però se Pisa è diventata una centrale di spaccio pensiamo che sopra il piccolo spacciatore c'è qualcun altro, ci sono le mafie. Un sindaco si può muovere in tanti modi su questi punti di vista, sensibilizzando e lavorando a più livelli. Se poi parliamo di sicurezza, credo che occorra non tanto lavorare sui numeri quanto sull'organizzazione delle forze dell'ordine."

In caso di ballottaggio che succede?

"Nessun apparentamento, ma ci schiereremo contro le destre".


Alessandro Turini
© Riproduzione riservata

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it