Indietro

E' morto il padre delle onde gravitazionali

Adalberto Giazotto all'interferometro Ego-Virgo di Cascina

Il fisico Adalberto Giazotto si è spento stanotte a Cisanello. Fu lui a indicare le frequenze in cui andare a cercare le onde, i rumori dell'universo

PISA — La notizia della scomparsa a 77 anni di Adalberto Giazotto è stata diffusa in mattinata da Fernando Ferroni, presidente dell'Istituto nazionale di fisica nucleare.

Da giorni lo scienziato, di origini genovesi, si trovava ricoverato all'ospedale Cisanello di Pisa, a seguito della malattia che lo aveva colpito.

A lui si deve la nascita del rivelatore Ego-Virgo, capace di registrare le onde gravitazionali ipotizzate da Einstein e installato a Santo Stefano a Macerata, nel territorio di Cascina. Virgo è gestito da un consorzio di scienziati italo-francese e Giazotto ha potuto assistere di persona al successo della sua impresa scientifica. "E' una grande gioia, sono fortunato ad essere qui a viverla" dichiarò l'11 febbraio 2016, il giorno in cui la scoperta delle onde gravitazionali fu annunciata al mondo.

La confutazione delle onde gravitazionali, alla quale Giazotto ha fattivamente contribuito, è valsa quest'anno il premio Nobel per la fisica ai colleghi americani dell'interferometro Ligo (vedi qui sotto gli articoli collegati). 

Fotogallery


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it