Indietro

Mobit ricorre al Consiglio di Stato contro il Tar

Il consorzio ha impugnato la sentenza del tribunale amministrativo che ha annullato l'esito della gara per individuare il gestore unico del Tpl

PISA — Mobit ha presentato ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar che esclude la sua offerta dalla gara regionale per il trasporto pubblico locale.

La gara era stata aggiudicata nell'ottobre 2015 ad Autolinee toscane del gruppo francese Ratp e subito dopo l'altro concorrente in gara, il consorzio di imprese locali Mobit, aveva presentato ricorso davanti al Tar contestando l'assegnazione.

Il Tribunale amministrativo, il 28 ottobre, ha annullato l'esito della gara invalidando entrambe le offerte che, a suo avviso, non avrebbero rispettato le linee guida del bando nel calcolo degli indici finanziari.

Secondo il presidente di Mobit Andrea Zavanella la sentenza avrebbe dovuto riconoscere come vincitore il consorzio costituito dalle società di trasporto pubblico della Toscana.

"Mobit -commenta il numero uno del consorzio - ha utilizzato un metodo corretto per il calcolo degli indici finanziari mentre Autolinee Toscane no. Il Tar in sostanza ha dato ragione a Mobit ma non ha definito un vincitore".

Di qui la decisione di impugnare la sentenza.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it