Indietro

"La cantieristica tra i settori più a rischio"

Massimo Braccini

Il 21 luglio nel cantiere navale Overmarine un operaio è caduto da un ponteggio alto due metri ed è entrato in coma. La reazione della Fiom

PISA — "Gli infortuni sul lavoro non sono mai frutto del caso e la cantieristica resta uno dei settori più a rischio, soprattutto per la presenza di appalti e sub appalti spesso definiti". Il segretario di Fiom Toscana Massimo Braccini commenta l'infortunio avvenuto il 21 luglio nel cantiere navale Overmarine ai Navicelli, dove un operaio è caduto da un ponteggio alto due metri ed è entrato in coma.

"Nell'ottica del risparmio -scrive Braccini- si traducono in peggiori condizioni per i lavoratori. Dietro i lussuosi yacht spesso si nascondono condizioni di lavoro a rischio eccessivo sia in termini di sicurezza, di nocività nonché di lavoro sottopagato".

Il segretario Fiom ricorda poi che "I datori di lavoro hanno gravi responsabilità per la mancata applicazione delle norme di sicurezza" e chiede che "Sia fatta piena luce su quanto accaduto".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it