Indietro

M5s, la frattura anima palazzo Gambacorti

Il capogruppo Gianfranco Mannini chiede al Consiglio di sostituire la consigliera Elisabetta Zuccaro in commissione di controllo. L'aula si svuota

PISA — La diatriba all'interno del gruppo consiliare è diventata di dominio pubblico dopo che Elisabetta Zuccaro, consigliera comunale pentastellata, ha accusato su Facebook i colleghi Valeria Antoni ( che fu candidata a sindaca ) e Gianfranco Mannini di "assenteismo".

Accuse che hanno suscitato l'immediata reazione dei due consiglieri: "Assurdo darci dei fannulloni quando siamo stati sempre presenti in ogni occasione Questo è solo un pretesto per attaccarci e dividerci".

In effetti i primi segnali di frattura risalgono a qualche mese fa: prima le dimissioni di undici attivisti dai consigli di partecipazione, poi la scissione del meet up.

Il dibattito sui problemi interni al Movimento cinque stelle è proseguito nella  seduta del consiglio comunale del 17 novembre, nel corso della quale l'attuale capogruppo Gianfranco Mannini ha chiesto all'assemblea, appoggiato dalla consigliera Antoni, di estromettere la Zuccaro dalla commissione di controllo e garanzia. Il quesito è stato sottoposto ai consiglieri comunali che, in blocco, hanno abbandonato l'aula.

"E' la peggiore pagina di questo vituperato Consiglio comunale" ha commentato in aula il consigliere comunale di Noi adesso Pisa Diego Petrucci. "Non si può esporre il consiglio a prendere decisioni su vicende interne a un partito".

Il capogruppo della stessa lista d'opposizione Maurizio Nerini è intervenuto su Facebook definendo la vicenda "Grottesca".

Risultato: l'emendamento presentato da Gianfranco Mannini non è passato, ma la barca del Movimento cinque stelle continua a navigare in acque tempestose.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it