Indietro

Giro di vite contro il degrado in zona stazione

Nuova ordinanza, controlli e interventi antidegrado aspettando la grande riqualificazione del quartiere. La municipale ha un nuovo reparto antidegrado

PISA — Zona stazione: mentre procede l’iter che porterà alla riqualificazione profonda della zona, sono in corso una serie di interventi del Comune di Pisa, in collaborazione con le forze dell’ordine e le altre istituzioni, che vanno dall’aumento dei controlli a operazioni antidegrado.

Si parte dallo spostamento delle rastrelliere che venivano usate come sedute, alla cura del verde pubblico, a interventi sulle panchine, fino alla pulizia e cancellazione delle scritte sull’arredo urbano. Per quanto riguarda i controlli da un mese la polizia municipale ha istituito la figura di un agente responsabile della zona, che nei primi 30 giorni ha già riportato alcuni risultati. 

Infine nei prossimi giorni sarà emanata un’ordinanza specifica per vietare condotte costituenti degrado o contro il decoro.

In autunno partiranno i lavori cofinanziati dalla Regione per la nuova illuminazione e la nuova videosorveglianza rispettivamente in viale Bonaini e viale Gramsci.

Interventi antidegrado

Verde pubblico: recinzione bassa spazi verdi antistanti la Stazione Centrale, sfrondatura alberi viale Gramsci per garantire maggiore illuminazione, impianto inaffiamento

Rastrelliere: rimozione rastrelliere biciclette da viale Gramsci in via Mascagni, apposizione di segnaletica indicante parcheggio biciclette. Ridisegno di stalli per scooter (in via Mascagni e Piazza Stazione) e per auto, e l’apposizione di idonea cartellonistica

Panchine: collocazione di divisori atti ad evitare l’utilizzo improprio delle panchine come giaciglio

Altri interventi per il decoro: cancellazione delle scritte su segnaletica e elementi di arredo urbano (fontana, panchine, ecc.), pulizia e manutenzione dei camminamenti coperti, richiesta ai privati di ripristino e manutenzione di elementi di arredo ed insegne, collocamento di ulteriori cestini per i rifiuti in viale Gramsci

Nuovo reparto antidegrado della Polizia Municipale

L’ispettore di questo reparto deve diventare il punto di riferimento del quartiere e delle varie zone. Attraverso un lavoro di gruppo deve leggere, comprendere, analizzare, studiare e processare le varie dinamiche del quartiere. Il compito, che si avvale del personale dedicato alla stazione, al duomo, tutto quello del centro storico, e se necessario del corpo, è quindi di monitorare e controllare la zona, in particolare la stazione, contrastando il degrado in ogni sua forma. Deve al contempo valutare e proporre tutte le attività che possono essere di stimolo ed incentivo ad una maggiore presenza della cittadinanza nel quartiere

Controlli - Individuare, mappare e monitorare le attività commerciali ed effettuare controlli mirati e rigorosi su tutta la filiera del processo commerciale. Procedere ad un monitoraggio strada per strada. Fare un programma di controlli settimanali diretti o indiretti (polizia amministrativa) e di tutte il sistema di regole che sovrintende il quartiere.

Contatti - Individuare tra le attività commerciali quelle che si rendono disponibili ad una collaborazione per attività positive e propositive, che contribuiscono al benessere della città. Individuare cittadini residenti disponibili ad una collaborazione per ricevere proposte e suggerimenti. Periodicamente contattare questi interlocutori in loco per assumere informazioni rilevanti per il quartiere e per dare il giusto supporto a ciò che necessita. Rendicontare mensilmente sulla situazione e capire le dinamiche in atto. Redigere mensilmente un report. Riempire gli spazi con attività positive che attraggano presenza di cittadini che aumentino il controllo sociale informale.

Azioni - Controlli commerciali e polizia amministrativa. Verifica appartamenti. Verifica Magazzini. Verifica merci in deposito, in commercio e trasportate. Verifica trasporto merci. Controllo residenze. Ottimizzazione arredo urbano. Controllo uso legittimo beni pubblici. Controlli anti decoro: rimozione bici e cartelli pubblicità. Disegnatura viabilità: stalli bici, motoveicoli, stalli servizio. Monitoraggio e bonifica aree abbandonate o usate impropriamente private e pubbliche. Monitoraggio senza fissa dimora ed interventi relativi. Controllo rifiuti e filiera. Controllo veicoli

I primi risultati a un mese dall’inizio dell’attività – Sequestro in viale Gramsci di merce in vendita abusivamente (scarpe, occhiali, cappelli, vestiario), rimossi 56 cartelli abusivi, 15 multe da 1000 euro per la mancata esposizione dei prezzi. 7 multe da 422 euro per insegne non corrette e 3 multe per esposizione della merce fuori dalla soglia del negozio, 3 multe per la mancata esposizione degli orari di servizio, 1 multa per rimorchio senza assicurazione, 2 multe per vendita alcolici da asporto non consentita, 2 tassisti senza licenza scoperti: mezzo sequestrato, patente sospesa, multa fino a 7mila euro, 1 multa per occupazione di suolo pubblico, 2 multe da 1000 euro per mancanza di giochi di abilità, 3 multe da 3000 euro per giochi senza marchio CE, 1 multa da 5000 euro con sequestro per mancanza Scia, 1 multa da 10000 euro per merce senza etichette e non sicura.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it