Indietro

Corrado chiede la sospensione del campionato

Il presidente del Pisa ha inviato la richiesta ufficiale al presidente della Figc Gabriele Gravina e alla Lega italiana calcio professionistico

PISA — Sospensione del campionato di serie C fino alla definizione delle posizioni di Novara, Virtus Entella, Pro Vercelli e Siena. A chiederla è il presidente dell'Ac Pisa Giuseppe Corrado, che ha inviato una richiesta ufficiale al presidente della Figc Gabriele Gravina e alla Lega Italiana Calcio Professionistico.

La società, si legge nella lettera "Tutelerà i propri diritti nelle opportune sedi e valuterà di non scendere più in campo nelle partite programmate prima della determinazione finale dell'organico del campionato". 

"All’attualità -sottolinea Corrado nella lettera - il campionato vede: tre soli club (Carrarese, Juventus Under 23, Gozzano) aver disputato tutte le otto partite in programma; undici club (Piacenza, Arezzo, Pisa, Lucchese, Olbia, Alessandria, Pontedera, Cuneo, Pro Patria, Pistoiese, Albissola) averne disputate sette; due società (Pro Piacenza e Arzachena) averne disputate sei; due società (Novara e Siena) averne disputate cinque; una società (Pro Vercelli) averne disputate quattro; una società (Virtus Entella) averne disputata soltanto una".

"A distanza di ormai due mesi dalla data di originaria programmazione dell'inizio del campionato - scrive Corrado - dunque, l'impressione è che ancora la stagione non sia davvero iniziata, in quanto non è dato conoscere quante e quali società compongono l'organico del campionato, non è dato conoscere quando tutti i club inizieranno a disputare regolarmente le rispettive gare, non è dato conoscere quando saranno recuperate le numerosissime partite non disputate e rinviate e non è dato conoscere se le gare ad oggi disputate da Siena, Novara, Pro Vercelli, Entella saranno valide ai fini della classifica". 

"Si sono disputate - sottolinea il presidente del club, partite che potrebbero essere private di valore ai fini della classifica, sono stati irrogati ed eseguiti provvedimenti disciplinari per comportamenti tenuti durante gare che potrebbero essere invalidate, sono state impiegate dai club partecipanti al torneo risorse economiche per organizzare partite, in casa e in trasferta, potenzialmente prive di effetti".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it