Indietro

"Conti certifica la sua inefficienza"

Duro attacco del Pd dopo il rimpasto di Giunta:"Su Buscemi è troppo tardi", dice la consigliera Picchi. "Serve l'inizio di un passo", aggiunge Trapani

PISA — "Come commentare la notizia di un Sindaco che ad un anno dal suo insediamento certifica la propria inefficienza ammettendo che c'è bisogno in città di un cambio di passo? Sicuramente è il primo atto di onestà di un'amministrazione che non ha fatto altro che rincorrere studenti in Cavalieri e ignorare, se non danneggiare, tutte le realtà socioeconomiche e culturali di questa città. Nessun progetto se non quelli lasciati in eredità, nessuna idea e tanta improvvisazione".

E' il pensiero della consigliera Pd Olivia Picchi dopo l'arrivo di due nuovi assessori nella Giunta Conti al posto di Buscemi e Cardia.

"Raggiungere una certa consapevolezza dei propri limiti può essere certamente una cosa positiva e non possiamo che augurarci per il bene della città che ci sia davvero un cambio di passo.Non possiamo però non condannare, ancora una volta, l'indifferenza del Sindaco Conti verso la figura dell'assessore Buscemi. Finalmente la città di Pisa se ne libera ma le motivazioni di Conti sono inaccettabili. E' vero, l'assessore Buscemi pecca di inefficienza e ha messo l'amministrazione comunale in imbarazzo più volte costringendo il capo di gabinetto del Sindaco ad occuparsi direttamente degli eventi in città. Il punto però è un altro. Il punto è che Buscemi in quel ruolo non doveva stare per rispetto delle donne e degli uomini di questa città. Il Sindaco si è girato dall'altra parte per un anno, oggi, quanto finalmente si arriva ad una svolta, non una parola sulle vicende che hanno visto coinvolto l'ormai ex assessore per i reati a lui imputati, non una parola di scuse".

Sulla stessa linea l'altro consigliere Pd, Matteo Trapani, che sulla propria pagina facebook ( sotto ) ha postato una foto assieme ad altri consiglieri dove si parla di "Bella giornata per Pisa" salutando l'addio di Buscemi alla Giunta.

"Il sindaco afferma che dopo un anno serve un cambio di passo, energie nuove, nuovo slancio (poteva accorgersene prima). Menomale che lo capisce pure lui che in questo anno sono riusciti solamente a bloccare tutto, non facendo nulla: ogni progetto per i quartieri, gli investimenti sulle piazze, fondi e iniziative per l'edilizia popolare, un gran caos sulle scuole, una goffa propaganda securitaria senza alcun risultato, una organizzazione comunale continuamente delegittimata, una proposta culturale inesistente, un consiglio comunale sempre scavalcato, tanti annunci per il litorale e nulla di concreto fatto, una mancanza di dialogo con la città e la tacita abolizione dei luoghi di partecipazione, una lotta continua alle associazioni, a chi vuole organizzare eventi e mostre. Un anno passato per bloccare atti con l'effetto di ritardare anche tutti gli altri.

Oggi abbiamo una città senza eventi, senza un investimento, senza un intervento su edilizia popolare o vivibilità dei quartieri, una città che rimette insieme due aiuole ma lascia pezzi di degrado cittadino senza precedenti. Una amministrazione debole sulle questioni aeroportuali o sulla richiesta di maggiore personale e fondi per il controllo del territorio al Ministero ma forte con qualche artista di strada."

Anche la Casa della Donna è intervenuta sulla revoca delle deleghe a Buscemi con la presidente Carla Pochini: “Oggi è un buon giorno per Pisa e per tutto il Paese. Da un anno aspettavamo questa revoca, per la quale ci siamo battute duramente. Abbiamo, infatti, sempre considerato vergognoso e inaccettabile che Andrea Buscemi ricoprisse una carica pubblica dopo che la Corte d’Appello di Firenze lo ha riconosciuto responsabile di stalking”

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it