Indietro

Chiesti otto anni per la madre di Samantha

Nel corso del processo per la morte della piccola Samantha, deceduta a tre anni in una baracca a Calambrone, chiesta anche la condanna della donna

PISA — Secondo il Pm la mamma non dette l'allarme su quanto capitava in quella baracca di Calambrone, dove la piccola Samantha, nell'aprile 2016, morì a tre anni in conseguenza delle angherie subite dal patrigno, il serbo di 32 anni Tonino Krstic, che, nel processo in corso alla Corte d'Assise, deve rispondere di omicidio volontario con l'aggravante delle sevizie e rischia l'ergastolo.

Per la madre della piccola, una 34enne dominicana, si è aperto invece un processo parallelo, nel quale deve rispondere di maltrattamenti in famiglia. Secondo l'accusa non ci sarebbero tracce di tentativi di difesa della figlia dalle violenze del patrigno.

La donna ha scelto il rito abbreviato e il Pubblico Ministero ha chiesto otto anni di carcere. La prossima udienza del processo è in programma a luglio.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it