Indietro

Piattaforma Europa, "prevenire danni ambientali"

Da sinistra: Elisabetta Zuccaro, Filippo Nogarin, Valeria Antoni, Irene Galletti

Nogarin: "Avviare una collaborazione strategica finalizzata a comprendere le criticità del progetto, per risolverle in fase di pianificazione"

PISA — Sul progetto di ampliamento del porto di Livorno, serve un approfondimento degli studi di carattere morfologico per valutare possibili conseguenze di livello ambientale. Lo dicono il Movimento 5 stelle pisano unitamente al sindaco di Livorno Filippo Nogarin, che oggi si è recato a Pisa per discutere della questione insieme agli esponenti grillini di Pisa.

Presenti le consigliere comunali Valeria Antoni e Elisabetta Zuccaro e la candidata al Consiglio regionale Irene Galletti.

"Ci teniamo a precisare che la nostra non è una contrarietà a priori nei confronti del progetto -ha precisato Nogarin- ma solleviamo una questione di criticità relativa all'impatto ambientale che una tale struttura potrebbe provocare e siamo sconcertati che in 30 anni son sia stato effettuato uno studio sulle sue possibili conseguenze morfologiche".

"La nostra preoccupazione -spiega Antoni- riguarda soprattutto il litorale pisano, inerentemente a un possibile spostamento della linea di riva e di fenomeni di erosione, senza considerare l'impatto visivo che provocherebbe una piattaforma con tanto di gru, che per la sua posizione sarebbe ben visibile anche da Calambrone".

Nodo cruciale anche quello economico: nella prima tranche di lavori, l'opera costerà un miliardo e 200mila euro, di cui 170 milioni dalla Regione, 170 dall'autorità portuale. Per altri 170 è in corso una trattativa con il ministero delle infrastrutture.  Altri 260 milioni serviranno però per finanziare i collegamenti ferroviari.

I grillini si dicono comunque consapevoli dell'indispensabilità del progetto dal punto di vista occupazionale e del trasporto via mare: "Si tratta di un'opera infrastrutturale molto importante non solo per adeguare il porto di Livorno alla crescente dimensione e al traffico delle navi -commenta Nogarin- ma di rilevanza strategica per tutta la Toscana. Si tratta di un progetto dall'alta valenza occupazionale che si inserisce anche nel quadro di un più efficiente collegamento tra il porto di Livorno e l'aeroporto di Pisa. In qualità di sindaco -conclude Nogarin- chiedo al Comune di Pisa di avviare una collaborazione strategica finalizzata a comprendere le criticità del progetto, per risolverle in fase di pianificazione"

Linda Giuliani
© Riproduzione riservata

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it