QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Oggi 18° 
Domani 25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 18 ottobre 2018

Agenda Elettorale sabato 24 febbraio 2018 ore 17:02

Pd, i dieci impegni per Pisa

I candidati democratici hanno esposto il programma alle Officine Garibaldi. Ciampi: La destra propone paure, noi progetti reali e concreti"



PISA — Dalla sicurezza alle infrastrutture, dall'attenzione ai giovani alla valorizzazione del territorio, dalla cultura al turismo, dall'innovazione all'ambiente, dalla mobilità alla sostenibilità. Sono questi i 10 impegni per Pisa che i candidati pdalla Camera e al Senato nei collegi del territorio si sono presi giovedì sera alle Officine Garibaldi di fronte a una sala stracolma con circa 500 persone.

Alla iniziativa organizzata dal vicesegretario del Pd Toscana Antonio Mazzeo e dal segretario provinciale Massimiliano Sonetti hanno preso parte, tra gli altri, l’assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi e il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani oltre a tanti sindaci e amministratori del territorio.

"Di fronte a chi soffia in maniera pericolosa sulla paura e sulla rabbia della gente, a chi fa copia incolla dei volantini altrui e firma lettere scritte a sua insaputa e a chi ripete in maniera generica lo stesso discorso in ogni piazza semplicemente cambiando il nome della città - ha spiegato Mazzeo - il Partito Democratico vuole parlare di cose concrete, di progetti da realizzare sul territorio, di impegni reali da prendere con i cittadini e gli elettori e che avranno conseguenze nella loro vita di tutti i giorni. Deve essere chiaro a tutti che l'unico modo per evitare che in Parlamento possa andare un candidato della destra a trazione leghista è sostenere con forza Lucia Ciampi, il Partito Democratico e la coalizione di centrosinistra".

“I 10 impegni sono una sorta di primo riassunto, non esaustivo dei tantissimi incontri che abbiamo avuto in queste settimane - ha spiegato Lucia Ciampi, candidata alla Camera della coalizione di centrosinistra nel collegio uninominale di Pisa - Sono il frutto delle istanze che ci sono state rappresentate dai cittadini, dalle categorie economiche, dai sindaci, dai lavoratori, da chi chiede alla politica non parole generiche ma risposte specifiche ai problemi del territorio. Noi parliamo di costruire scuole e impianti sportivi per i nostri ragazzi, di un piano sulla sicurezza fatto di 10mila assunzioni e 50mila telecamere in più con particolare attenzione a Pisa, di portare in Valdera il cuore dell'innovazione regionale. Mentre gli altri urlano e promettono l'irrealizzabile, noi puntiamo sulla concretezza. Dobbiamo avere tutti molto chiaro che cosa c'è in ballo: queste elezioni sono paragonabili a quelle del '48, si decide il futuro del nostro Paese, ci vuole grande senso di responsabilità”.

Temi ripresi e approfonditi anche da Susanna Cenni, candidata uninominale alla Camera nel collegio di Pontedera, e Stefano Ceccanti, candidato alla Camera. "Dal sistema economico produttivo che rappresenta il cuore economico di questo territorio - ha detto Cenni - abbiamo ricevuto tante sollecitazioni ma su due in particolare mi sento di prendere un impegno reale: sviluppare progetti di ricerca e sostenibilità ambientali nel comprensorio del cuoio e valorizzare e tutelare le tante produzioni di eccellenza che nascono in queste realtà". Ceccanti, dal canto suo, ha spostato l'attenzione a un altro tema strategico, quello delle infrastrutture: "Tangenziale nord-est, nuovo teminal e nuova torre di controllo del Galilei, potenziamento della ferrovia Pisa-Firenze e dei collegamenti con le aree interne non sono più libri dei sogni ma progetti reali su cui in questi anni abbiamo già cominciato a lavorare e che ora possiamo davvero portare a conclusione. Senza dimenticare che sulle politiche per i giovani, le famiglie e il lavoro abbiamo già quantificato l'impatto delle misure previste nel programma PD: 100 milioni di euro l'anno che arriveranno sul territorio pisano. Questi sono fatti reali, non promesse a caso".
Dal segretario Sonetti, infine, un appello a tutti i presenti. " Questa è una sfida decisiva per il futuro del nostro territorio e del nostro Paese - ha detto - Per questo ci dobbiamo sentire tutti coinvolti in prima persona e tutti impegnati a lavorare pancia a terra e casa per casa per convincere i tanti indecisi che ancora non hanno scelto se votare e per chi votare. Il 4 marzo sarà un giorno fondamentale e chi ha davvero a cuore il futuro del centrosinistra e della nostra provincia non può restare indifferente e rischiare che a rappresentarci sia la destra leghista".



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità

Cronaca