Indietro

Mobilità, nuovi progetti e opposizioni

Busvia, piste ciclabili, una nuova Lam per l’ospedale. Tra i progetti presentati dall'assessore Forte Fiab dice no alla Tangenziale Nord-est

PISA — Lungarni, busvia, nuove piste ciclabili, tangenziale nord-est. Dai parcheggi scambiatori alla nuova Lam per l’ospedale. L'assessore Giuseppe Forte espone i nuovi progetti dell'Amministrazione sul tema della viabilità, ma Fiab risponde con un no al progetto sulla tangenziale: "Rende vana la busvia"

"Il nostro obiettivo -spiega l'assessore- che è un sogno comune a tanti cittadini, è di arrivare alla chiusura dei lungarni alle auto private nei prossimi anni. Per farlo abbiamo bisogno di infrastrutture e di un nuovo approccio alla città dai parte di tutti. Una nuova attenzione alle esigenze e ai beni comuni cresce anche grazie alle azioni amministrative e a quelle culturali messe in atto da associazioni e istituzioni. Per la chiusura dei lungarni abbiamo bisogno di infrastrutture e di mezzi per l'attraversamento est-ovest e nord-sud e tra queste come stiamo già facendo le grandi direttrici di piste ciclabili di attraversamento e innesto in città: Cisanello Centro, Riglione - Marina, porta a Mare - Centro. Il Progetto di busvia è un progetto ambizioso e noi siamo già pronti a verificare forme di finanziamento anche in ambito europeo. Fra non molto avremo un grande parcheggio scambiatore a Pisa sud e il People Mover che collegherà questo parcheggio al centro cittadino. Ho dato agli uffici l'incarico di verificare la possibilità di una nuova area di parcheggio di scambio nella direttrice che da est (Cascina) collega alla città".

Dovrà cambiare il sistema di consegna delle merci e per quanto riguarda il Tpl, è prevista l'istituzione di una nuova Lam che collegherà la stazione di Pisa San Rossore con l'ospedale di Cisanello.

"L'insieme di queste azioni, unite al collegamento a nord della città che ha l'obiettivo di avvicinare i comuni di Vecchiano e San Giuliano alle infrastrutture di servizio di Cisanello (non a caso la previsione della cosiddetta tangenziale Nord-Est è inserita nell’accordo di programma per la realizzazione del nuovo Ospedale S. Chiara a Cisanello) -prosegue Forte- ci potranno consentire un intervento sui lungarni di progressiva chiusura alle auto. Molte di queste azioni sono vicine da realizzare altre prevedono investimenti cospicui e tempi più lunghi ma non c'è dubbio che dobbiamo imboccare questa strada".

Sulla questione, entra nel merito Fiab: "Siamo rimasti molto delusi dalle recenti dichiarazioni dell'assessore
Forte che, parlando delle strategie di sviluppo della mobilita', ha messo
sullo stesso piatto due progetti incompatibili, accostando un intervento innovativo come la busvia stazione-Cisanello col solito vecchio progetto di
tangenziale nord-est. Cio' che giustifica l'investimento sulla busvia non e' tanto la riduzione dei tempi di percorrenza o il miglioramento dell'affidabilita' del trasporto pubblico, ma piuttosto l'aumento dell'utenza: ogni passeggero in piu' rappresenta un'auto in meno sulla strada. Piu' che un risultato scontato e' una scommessa; il successo (e la sostenibilita' economica) di questo intervento moderno ed innovativo rischia di essere compromesso se viene affiancato da un progetto che rappresenta un forte incentivo all'uso dell'auto come la tangenziale nord-est. Osserviamo inoltre che, per come e' stata progettata, la tangenziale nord-est rappresenterebbe l'ennesima barriera per la mobilita' ciclistica. Cosi', invece di rimediare ai gravi errori del passato, dotando di pista ciclabile tutti i sottopassi e cavalcavia cittadini (Sant'Ermete, via Pietrasantina, etc.) si sprecherebbero ingenti risorse col risultato di creare nuove barriere a chi vorrebbe spostarsi in bici".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it