Indietro

"I colori dei diritti vanno oltre i campanilismi"

Centinaia tra livornesi e pisani si sono dati appuntamento in piazza Attias per manifestare a sostegno del ddl Cirinnà sulle unioni civili

LIVORNO — "Svegliati Italia è l'ora di essere civili”. Con questo slogan centinaia di persone oggi hanno affollato piazza Attias. Una manifestazione per il riconoscimento dei diritti civili delle persone Gblt (gay lesbiche bisessuali e transessuali) e dei bambini nati dalle loro unioni.

L'appuntamento a Livorno è stato organizzato da Arcigay Livorno, Arcilesbica Pisa, Agedo Toscana – gruppo di Livorno e Famiglie Arcobaleno Toscana, in collaborazione con il Coordinamento Livorno Rainbow.

Tra i politici presenti il vicesindaco Stella Sorgente, che ha issato la bandiera dalla terrazza del Palazzo Vecchio, il sindaco di Collesalvetti Lorenzo Bacci con la vice Libera Camici e l’assessore alle pari opportunità del Comune di Pisa Maria Luisa Chiofalo, insieme a centinaia di concittadini. I pisani hanno infatti scelto di confluire nella manifestazione organizzata nella città labronica.

"La politica nazionale non può più far finta di nulla - ha detto il vicesindaco Stella Sorgente - siamo rimasti l'ultimo Paese in Europa a non riconoscere piena dignità alle famiglie omogenitorali e ai loro figli. Il ddl Cirinnà è solo un primo e timidissimo passo verso la civiltà, e quindi non una virgola al ribasso deve essere permessa. Ecco perché oggi coloriamo il comune dei colori dell'arcobaleno, i colori dell'uguaglianza e dei diritti per tutti. I colori dei diritti vanno oltre i colori della politica e dei campanilismi, per questo sono felice che l'assessora alle pari opportunità del Comune di Pisa Maria Luisa Chiofalo abbia accettato il mio invito, per ritrovarsi in piazza Attias con me e con gli altri componenti della Giunta"

Le manifestazioni della campagna #svegliaitalia a sostegno del ddl Cirinnà sulle unioni civili, in Toscana si sono svolte anche a Firenze Arezzo, Lucca, Massa, Pistoia e Viareggio.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it