Indietro

"Almeno 13 opere dubbie alla mostra di Modigliani"

Carlo Pepi

Il critico d'arte Carlo Pepi getta dubbi sull'autenticità di alcuni quadri dell'artista livornese esposti a palazzo Ducale

GENOVA — "Stanno tutti zitti, tutti buoni. Ma la mostra su Modigliani a Genova andrebbe rivista perché secondo me ci sono almeno 13 opere dubbie". 

Lo ha detto sulla mostra dell'artista Livornese in corso al palazzo Ducale di Genova il critico d'arte e collezionista pisano Carlo Pepi, fondatore ed ex direttore di Casa Natale Modigliani e membro degli Archivi Modigliani per volontà della figlia dell'artista.  

I dubbi di Pepi sarebbero nati consultando il catalogo della mostra: "Ho subito notato- aggiunge Pepi - che un nudo è la copia di un originale di Modigliani venduto a valori esorbitanti. Ma ci sono anche ritratti non suoi come, per esempio, uno del suo amico parigino Soutinne, un altro con Maria ed altri".

In totale Pepi, riconosciuto come uno dei massimi esperti internazionali di Modì, individua nella rassegna di Genova "almeno 13" opere non autenticate.

"Inoltre tre dipinti a doppia firma  - aggiunge- sono male attribuiti, oltre che all'autore Kisling anche a Modigliani, che invece non c'entra nulla se non per esservi riprodotte delle sue opere. Perché i grossi espertoni continuano a non intervenire?".

Nel 1984 Pepi fu l'unico a non credere all'autenticità delle tre famose teste ritrovate nei fossi di Livorno e che infatti risultarono essere dei falsi Modigliani. Il suo rifiuto di attribuire all'artista alcune opere a suo parere false, portarono il critico a dimettersi dagli incarichi ricoperti alla Casa Natale Modigliani e dagli Archivi Modigliani.

 "Il mondo è pieno di falsi di Modì, io li riconosco subito -conclude Pepi- Mi sottopongono in continuazione l'esame di opere non originali, sono allenato".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it