Indietro

Il Pd pisano non vuole le primarie ad Aprile

Un documento approvato dalla direzione provinciale mette i renziani in minoranza:"Manca la possibilità di un adeguato dibattito congressuale"

PISA — 34 favorevoli, 13 astenuti. Il documento approvato ieri sera dalla direzione provinciale pisana del Partito Democratico, che si è riunita a San Frediano a Settimo, recita testualmente:

"Con riferimento alla proposta di un’ulteriore accelerazione nel percorso congressuale nazionale, la Direzione provinciale di Pisa esprime la propria più netta contrarietà, ritenendo inadeguati i tempi concessi per la discussione del regolamento congressuale, nonché lesiva della possibilità di un adeguato dibattito congressuale, sulla proposta di svolgere nel mese di aprile le elezioni primarie per le elezioni del Segretario nazionale".

Le firme in calce sono quelle degli esponenti della SinistraDem, dell'area Letta, di ex civatiani e "Diversamente renziani" e dell'area che si sta identificando nella candidatura alla guida del partito di Andrea Orlando.

Tra i 34 firmatari ci sono i nomi di quelli che erano presenti alla assemblea degli autoconvocati di lunedì scorso alla Leopolda: tra loro i consiglieri regionali Andrea Pieroni e Alessandra Nardini, Matteo Trapani, Barbara Guerrazzi, Cristina Conti, Francesco Nocchi, Sandra Capuzzi, Olivia Picchi e gli altri.

La componente renziana della direzione provinciale ha invece preferito astenersi.

Nella seconda parte del documento approvato si fa riferimento anche alle vicende pisane, con un partito che in questo momento è senza guida dopo le dimissioni da segretario provinciale di Alessio Lari:

"Alla luce dei recenti avvenimenti e delle tensioni che stanno attraversando il nostro partito in questi ultimi giorni riteniamo opportuno e doveroso proporre alla Direzione Provinciale del PD di Pisa di farsi garante:

dell’avvio di un percorso di discussione programmatica che consenta di giungere all’Assemblea Provinciale del 4 marzo con una candidatura alla segreteria provinciale il più possibile condivisa e frutto di una modalità partecipativa che miri all’inclusione e al rilancio dell’attività politica sul territorio in una fase oggettiva di smarrimento e disagio in tutti i nostri iscritti, militanti e simpatizzanti. 

Dell'individuazione di uno strumento consultivo, snello e flessibile, rappresentativo di tutte le sensibilità del Partito che possa in tempi rapidi adattare le quotidiane novità procedurali del Congresso in tutti i suoi livelli a quanto richiesto per l'elezione del Segretario Territoriale".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it