Indietro

I commercianti del Duomo ai Trovatelli

La soluzione proposta dall'assessore Gay. In consiglio comunale, tra l'altro, atti in materia di bilancio

PISA — I commercianti del Duomo ai Trovatelli. È la soluzione proposta in consiglio comunale dall'assessore Davide Gay.

Il palazzo di proprietà dell’Aoup che si affaccia su piazza dei Miracoli è “la soluzione auspicabile” per concludere questa vicenda, tornata in consiglio comunale a Pisa grazie a un question time del consigliere Diego Petrucci di Noi adesso Pisa dopo che l'Aoup ha chiesto una proroga di 4 mesi per i lavori al Museo delle Sinopie. 

Al consiglio comunale hanno partecipato, come uditori, anche alcuni commercianti del Duomo, che hanno ascoltato gli interventi dei consiglieri.

Giovanni Garzella di Fi-Pdl ha fatto notare che sull'impalcatura allestita per i lavori al museo delle Sinopie, è pubblicizzata “la mostra di Igor Mitoraj, prevista fino al 2015, si deduce che l’Aoup sapeva della proroga”.

Secondo il consigliere Raffaele Latrofa di Ncd, “i commercianti di piazza del Duomo devono poter intervenire ai lavori delle Commissioni del Consiglio Comunale”.

Il consiglio comunale, nella seduta di ieri, ha approvato, dopo una breve relazione dell’assessore Andrea Serfogli, alcuni importanti atti in materia di bilancio come il riconoscimento di legittimità dei debiti fuori bilancio e soprattutto la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e variazioni di Bilancio per la salvaguardia degli equilibri finanziari dell’esercizio 2014 che consentirà al Comune di Pisa di predisporre gli strumenti per poter votare il nuovo bilancio di previsione 2015 nei tempi e nei modi previsti dalla legge. 

Da registrare, sempre su quest’ultima questione,anche la presa di posizione di Andrea Ferrante, segretario comunale Pd Pisa e consigliere comunale, che in una nota sottolinea che “I conti del Comune si confermano sani come ormai lo sono da anni, nonostante la crisi sia del sistema Stato, sia economica del Paese reale. Le maggiori risorse integrate con questa variazione permettono un maggiore impegno del Comune sul fronte sociale, con un aumento del fondo per l'integrazione all'affitto, e consentiranno, grazie all'effetto sul patto di stabilità, un velocizzazione sul fronte delle opere pubbliche, anch'esso sentito dai cittadini".

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it