Indietro

Giornata Nazionale della Bandiera, controllate i vessilli

L'invito del Prefetto al decoro e le regole per esporre il Tricolore

PISA — Bandiere decorose sui balconi dei palazzi. In vista della Giornata Nazionale della Bandiera, la raccomandazione arriva dal prefetto di Pisa Francesco Tagliente: per il 7 gennaio, amministrazioni dello Stato ed enti pubblici devono assicurare "il massimo decoro dei vessilli, attraverso un’attenta verifica sia della loro corretta esposizione sia dello stato di conservazione".

Anche perché i responsabili della verifica della corretta esposizione delle bandiere ci sono. L'invito, quindi, è particolarmente diretto a loro: le bandiere logore, scolorite, strappate, sporche o male avvolte all’asta vanno sostituite.

Il Prefetto ricorda, inoltre, che l'obbligo di rispettare il decoro delle bandiere riguarda anche i privati e che anche i drappi, le insegne e le bandiere, con i colori della città o di altri Paesi, esibite per iniziativa personale degli esercenti per arredare alberghi o esercizi commerciali, non possono essere logore, scolorite, strappate, sporche o male avvolte all’asta.

Vale la pena ricordare, poi, che sugli edifici pubblici possono essere esposte esclusivamente bandiere pubbliche istituzionali: non è consentito inoltre esporre a fianco della bandiera italiana ed europea vessilli di partiti, di associazioni, di movimenti.

Un privato gestore di pubblico esercizio può esporre le bandiere straniere, ma condizione che esibisca anche la bandiera italiana e ne rispetti il decoro.

Videogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it