QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Oggi 13°17° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 14 novembre 2018

Agenda Elettorale martedì 20 febbraio 2018 ore 10:38

Cento milioni per Pisa dal programma Pd

I candidati alla Camera Lucia Ciampi e Stefano Ceccanti hanno presentato le loro proposte: "Lavoro, giovani, famiglie e sicurezza le priorità"



PISA — Cento milioni di euro l’anno in provincia di Pisa su giovani, famiglie e lavoro. È questo l’effetto concreto sul territorio che, secondo quanto presentato dai candidati Pd alla Camera Lucia Ciampi e Stefano Ceccanti, potrebbero avere alcuni dei punti qualificanti del programma elettorale con cui i democratici si presentano alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo.

"Il primo punto del programma sono gli 80 euro al mese da destinare alle famiglie per ogni figlio fino ai 18 anni; questo significa un impatto sulla provincia pisana pari a circa 63 milioni di euro con un coinvolgimento potenziale di circa 65mila persone - ha spiegato Ciampi - Le persone chiedono alla politica fatti, non chiacchiere e le nostre sono proposte misurabili e realizzabili, al contrario di quelle dei nostri avversari che o non sono finanziariamente sostenibili o comprometterebbero i conti pubblici in maniera devastante”. 

Altro punto importante che è stato toccato è stato poi il cosiddetto reddito base di emancipazione. "Si tratta di una detrazione di 150 euro al mese fino a 30mila euro di reddito per agevolare chi decide di andare via da casa prima dei 30 anni, una misura che in Provincia potrebbe valere 2 milioni di euro e riguardare potenzialmente oltre 1000 ragazzi - ha proseguito Ciampi - A meno di due settimane dal voto crediamo sia importante dire in concreto agli elettori pisani cosa potranno aspettarsi”.

Dalle famiglie e i giovani l'attenzione si è poi spostata sul lavoro. "Nella scorsa legislatura abbiamo già diminuito l’Ires dal 27,5 al 24% - ha aggiunto Ceccanti - e l'impegno per il futuro è scendere ulteriormente al 22: questo avrebbe per la provincia di Pisa un impatto di circa 21 milioni di euro a favore delle imprese. Al tempo stesso abbiamo in programma anche la riduzione del cuneo contributivo, vale a dire il costo del lavoro, dal 33 al 29 per cento. Un tema cruciale, questo, per mettere in condizione le imprese di poter investire sul territorio e fare in modo che per loro sia più conveniente assumere a tempo indeterminato”. Infine l’estensione della misura degli 80 euro anche alle partite Iva e lavoratori autonomi con un impatto in Provincia di Pisa, ha concluso Ceccanti, "stimabile in 9 milioni a fronte di una platea potenziale di circa 9mila persone".

Accanto a tutto questo, infine, i due candidati hanno anche voluto sottolineare l'impegno sulla sicurezza che verrà messo in atto dal Partito Democratico: 10mila assunzioni nelle forze dell'ordine e 50mila telecamere in più su tutto il territorio nazionale "con la conseguenza - hanno spiegato - di una risposta concreta e non demagogica alle tante istanze che su questo tema arrivano dai cittadini e che hanno bisogno di misure reali e immediatamente attuabili e non certo di slogan demagogici e irrealizzabili".



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Attualità