Indietro

Geofor, disagi sul porta a porta

Salta la raccolta in alcuni comuni dell'area pisana. I lavoratori hanno bloccato le attività ritenendo che i Dpi loro consegnati fossero inadeguati

CASCINA — "A causa della gestione dell'emergenza nel cantiere di Navacchio, che coinvolgerà i comuni di Calci, San Giuliano Terme, Cascina e Vecchiano, i servizi odierni di Geofor nella raccolta dei rifiuti del porta a porta potrebbero non essere espletati". 

Lo spiega Geofor, in riferimento al fatto che gli operai stamani, nella sede di via di Nugolaio, hanno protestato perchè i dispositivi di protezione individuali loro consegnati sono stati giudicati non adeguati. Da qui è scattato il blocco delle attività lavorative e della vicenda sono stati interessati anche i sindacati.

"L'azienda si sta attivando per risolvere la cosa già a partire possibilmente da domani, scusandosi per il disagio", ha spiegato Geofor.

Sull'argomento è intervenuta, con una nota, la funzione pubblica Cgil:

"La fermata odierna dei lavoratori di Geofor addetti alla raccolta dei rifiuti presso il cantiere di Navacchio (Pisa) è avvenuta in un contesto di forte preoccupazione per l'intensificarsi dell'epidemia Covid 19 anche in Toscana.
Nei giorni scorsi l'Azienda Geofor ha fornito per questa fase di emergenza linee di comportamento ai lavoratori e nell'incontro sindacale che si è svolto nella giornata di ieri, tra Azienda e OO.SS, si è convenuto la consegna di idonee mascherine.
La distribuzione di queste mascherine è avvenuta stamani mattina e purtroppo senza una informativa adeguata che, invece, sarebbe stata auspicabile.
La FP Cgil di Pisa facendo proprie le legittime preoccupazioni dei lavoratori invita l'Azienda anche ad una necessaria e puntuale riorganizzazione che consenta il rispetto delle norme di sicurezza a tutela della salute di tutti i lavoratori addetti al servizio.
In presenza di questi interventi coloro i quali insistessero sulla legittimità della fermata dal lavoro, rischiano di danneggiare i lavoratori stessi.
La FP Cgil di Pisa richiede inoltre una costante dotazione dei necessari dispositivi di protezione individuale e la corretta applicazione delle norme igienico-sanitarie nonchè, eventualmente per la riorganizzazione del servizio, il ricorso agli ammortizzatori sociali a salvaguardia del reddito dei lavoratori
."

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it