Indietro

"Ora i bambini non vanno più a scuola"

Simonetta Ghezzani e Ciccio Auletta

Auletta, Ricci, Ghezzani e Landucci sono decisi a impedire lo sgombero degli altri campi rom presenti in città: "Prima servono alternative"

PISA — "Una costosissima operazione di facciata realizzata sulla pelle di decine di famiglie e moltissimi minori da parte di una Giunta e una maggioranza in crisi di consenso". Così i consiglieri comunali Ciccio Auletta, Marco Ricci, Simonetta Ghezzani e Stefano Landucci definiscono lo sgombero del campo rom della Bigattiera.  "Un meccanismo costruito artificialmente in tutti questi mesi con l'obiettivo di distogliere l'attenzione della cittadinanza dai veri problemi sociali e cercare consensi a destra".

"Se lo scopo dichiarato era quello di ridurre numericamente le presenze rom a Pisa -proseguono- in realtà queste persone vivono ancora in città, ai suoi margini, nelle periferie, senza più un letto e un tetto sopra la testa".

Secondo gli esponenti dell'opposizione "si è trattato di uno sgombero forzato di cui la giustificazione sanitaria era solo un pretesto. Infatti, ci risulta che la convenzione con la Croce rossa per farne una struttura ricettiva sia stata firmata addirittura il giorno precedente l'operazione. Operazione che non poteva avvenire in un momento peggiore, visto che l'anno scolastico era appena iniziato e adesso quei bambini non andranno più a scuola".

Per quanto riguarda il ricorso presentato alla Corte europea dalle associazioni Rebeldia e Africa Insieme, Auletta commenta: "L'amministrazione ha proceduto allo sgombero prima che questa si potesse esprimere. Chiaramente non ha potuto decretare una sospensiva per un campo rom che era già stato sgomberato".

Adesso Landucci, Ghezzani, Ricci e Auletta sono decisi a impedire che la stessa sorte tocchi ai campi di Oratorio e Putignano e annunciano al riguardo, la presentazione di un atto ispettivo.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it