Indietro

Camp Darby, dietrofront sulle assunzioni

Anzi, per la base americana sembrerebbe aprirsi un piano di licenziamenti che investirebbe decine di civili italiani

PISA — A pochi giorni dall'annuncio di nuove assunzioni, Camp Darby sembra fare marcia indietro, anzi, un vero e proprio dietro front che include 24 licenziamenti (si tratta di civili italiani) entro il 30 settembre 2016, più altri 7 tra novembre 2015 e aprile 2016.

Da gennaio è in corso anche il trasferimento di decine di americani, parte del personale sia civile che militare, in altre basi Usa.

Tutto questo a pochi giorni dall'annuncio di un piano assunzioni che ora sembra essere stato congelato e che prometteva 13 posti di lavoro per baristi, impiegati e custodi.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it